Air Force Just Do It - Italia Online Outlet

Acquista Online - Esplora il mondo Air Force Just Do It | Spedizione Gratuita

Lo Sport Club Corinthians Paulista, noto semplicemente come Corinthians, è una delle squadre più popolari del Brasile, Fondato nel 1910 da un gruppo di operai e manovali, festeggerà nel 2010 il suo centenario, Ieri, insieme alla Nike, ha presentato le sue nuove divise home e away, Le nuove maglie sono all’insegna della semplicità, La prima è bianca con texture del tessuto a strisce verticali, logo Nike in oro a destra e stemma del Corinthians sul cuore, Sotto air force just do it lo stemma è ricamata la scritta “1910-2010”, Sul retro del colletto è stampata la frase “ TU ÉS ORGULHO “..

Per la maglia away colore nero e anch’essa con trama a bande verticali, Tutto il resto è uguale alla prima divisa, con stemmi e loghi in oro, A Febbraio era stata presentata la terza maglia, molto air force just do it diversa dalle prime due, Blu scura con inserti in oro, collo a polo e sul petto la croce di S.Giorgio in viola, A differenza della maglia away nera qui gli sponsor sono sempre di colore oro, Ti piacciono queste nuove proposte Nike?.

Siete abituati su questo blog a leggere notizie sulle squadre più famose, anche perchè sulle “piccole” c’è meno interesse e poche informazioni, Oggi però andiamo controtendenza e vi mostriamo in esclusiva assoluta la bozza della maglietta che indosserà, non si sa ancora se in Prima o Seconda Divisione, lo Spezia air force just do it Calcio nella stagione 2010-2011, Quello che vedete è il disegno inviato dalla spagnola Joma alla società per l’approvazione ed è stato fotografato da un nostro collaboratore..

La divisa per la prossima stagione, terzo anno di contratto con Joma in scadenza Giugno 2012, presenta aspetti che riportano al passato prossimo della Serie B, come la reintroduzione del doppio sponsor (una deturpazione per qualsiasi divisa) ed il ritorno di inserti neri che affiancano quelli di colore oro sempre presenti nelle ultime due stagioni. Oltre al logo societario posto sul cuore, a destra sarà collocato come ogni anno il particolare scudetto in memoria della vittoria del Campionato Alta Italia 1943-44, riconosciuto della F.I.G.C. solo il 22 gennaio 2002. Lo Spezia è infatti una delle poche squadre in Europa che possono vantare l’esposizione permanente di un titolo sulle proprie divise, seppur onorifico, in memoria della vittoria di quel campionato resa possibile anche grazie ad uno storico successo per 2 a 1 sul Grande Torino, il 16 luglio 1944 sotto i bombardamenti all’Arena di Milano.

E’ interessante notare la trama della maglietta che mostra il volto di un’aquila, animale simbolo della squadra da quando nel air force just do it 1913 un cronista locale definì i calciatori in campo “aquilotti”, probabilmente colpito dal gioco assai grintoso e rapace da loro espresso, Infine, un particolare che sicuramente distinguerà la bozza dal modello definitivo che verrà presentato in estate, sarà lo style del main sponsor “Carispe”, La banca che è passata da poco dal gruppo Intesa San Paolo a Credit Agricole adatterà il logo, e sarà probabilmente simile al “Cariparma” presente da alcuni anni sulle divise degli azzurri del rugby..

BREVI CENNI STORICI La divisa ligure alla fondazione del club nel 1906 era celeste. Già nella stagione 1919/1920, anno della promozione della squadra nell’attuale Serie A, si decise di cambiare il colore sociale in bianco, in onore della Pro Vercelli, imbattibile e leggendaria corazzata dell’epoca. Anche nei primi anni la tradizionale casacca bianca, affiancata da pantaloncini e calzettoni neri, ha subito delle piccole modifiche, riportando spesso delle decorazioni nere sui risvolti delle maniche o nelle bande laterali. Ciò spesso induce a definire tifosi e giocatori spezzini “bianco-neri”, anche se è formalmente inesatto in quanto il colore sociale ufficiale è solo il bianco.

Da quando nel 1996 la Nike subentrò alla Lotto nella fornitura tecnica della nazionale olandese, la divisa degli Oranje ha iniziato un percorso di cambiamento, fatto anche di scelte a prima vista discutibili, Non la maglia, che è rimasta più fedele rispetto al passato ad una air force just do it sostanziale monocromia, ma i dettagli e  i complementi della divisa sono variati di anno in anno, Di seguito un tentativo di ricostruire quest’evoluzione, Questo fu il biglietto da visita della Nike, Con questa maglia l’Olanda affrontò le qualificazioni al mondiale del ’98..

A prima vista niente di particolare, ma rispetto alla maglia precendente della Lotto spariscono i riferimenti al tricolore olandese, i numeri da bianchi diventano azzurri, come il logo Nike e soprattutto cambia lo stemma della federazione : non più il air force just do it leone rampante, ma solo la testa stilizzata e con sfondo azzurro, I calzoncini restano bianchi e i calzettoni arancioni, Si arriva ai mondiali del 1998, L’azzurro dei numeri e il bianco del colletto vengono sostituiti dal nero, colore che veniva utilizzato soprattutto negli anni ’70.  Maglia accattivante, con cui gli Oranje conseguiranno il 4° posto nella competizione.



Messaggi Recenti