Nike Air Max 270 - Italia Online Outlet

Acquista Online - Esplora il mondo Nike Air Max 270 | Spedizione Gratuita

Poi c’è la pelle di pesce, derivata dagli scarti dell’industria alimentare: una tonnellata di filetti di pesce corrisponde per esempio a 40 chili di pelle che verrebbero altrimenti gettati, Lavorare il prodotto crudo e conciarlo non è facile e Gunnstein Bjornsson, il direttore esecutivo di Atlantic Leather, ci ha messo sei anni per mettere a punto la tecnica giusta. Bjornsson iniziò a lavorare nella conceria a 22 anni, negli anni Settanta, quando lavorava pelli nike air max 270 di pecora, Nel 1994 si interessò a quella di pesce – che era già indossata nell’antichità soprattutto dai più poveri – ma la tecnologia di allora non consentiva di eliminare tutto il grasso e la pelle restava puzzolente proprio «come una zuppa di pesce», Nel 2000 riuscì finalmente a conciarla alla perfezione: l’anno dopo le modelle di John Galliano sfilavano con pelle di pesce conciata nella sua fabbrica..

Ora Atlantic Leather si estende su tremila metri quadrati e lavora quattro specie di pesce: salmone, merluzzo, persico e pesce lupo, disponibili in svariati colori, tagli e consistenze, Compra gli scarti da un’azienda vicina nike air max 270 e utilizza l’energia geotermica, rinnovabile, per i macchinari, Rispetto alla pelle di mucca, quella di pesce è più resistente perché le fibre si incrociano tra loro anziché andare in un’unica direzione, «È estremamente morbida e disponibile in pezzi piccoli e tantissimi colori», spiega la stilista svedese Hanna Altmann, sottolineando il vantaggio di pagarla quanto quella bovina e di poterla ordinare in piccole quantità, essendo i pesci più piccoli..

La pelle più comune è quella di salmone, descritta come “sottile, flessibile e molto resistente”, È adatta nike air max 270 a venire colorata ed è quindi disponibile in moltissime tinte brillanti, oltre che bianca; c’è anche la versione lavabile e quella conciata al vegetale, Ha due trame, liscia o in rilievo, e 50 tagli diversi, La pelle di merluzzo non è omogenea, e anche se lisciata risulta a tratti morbida a tratti ruvida: è sottile e flessibile, e la forma del pesce la rende ideale per pezzi di tessuto triangolari..

Quella di persico è ruvida, con grosse scaglie che le danno un aspetto selvaggio se vengono lasciate aperte, e che restano in rilievo anche se compresse. È appariscente, e adatta alle finiture metalliche. Atlantic Leather è inoltre l’unica azienda al mondo a lavorare la pelle dell’anguilla lupo. Il mantello di questo pesce è chiazzato da macchioline, che sono sempre visibili tranne quando è tinta di nero; è anche l’unica senza scaglie, quindi liscia e setosa. Gli affari di Atlantic Leather vanno sempre meglio e, viste le premesse, è probabile che continueranno a crescere. Il fatturato del 2017 – ha detto l’azienda al Post –  è stato di 1,2 milioni di euro, mentre nel 2018 le richieste sono aumentate del 20 per cento rispetto all’anno precedente; dall’inizio dell’anno sono state vendute 150mila pelli, circa 4.000 a settimana. Per produrre ognuna, dalla conciatura alla coloritura, ci vogliono circa tre settimane.

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo, E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove, Puoi darci una mano abbonandoti ai nike air max 270 servizi tutti per te del Post, Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli, È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post, È un modo per esserci, quando ci si conta..

Dieci previsioni messe insieme dal Guardian su uno dei settori industriali che rispettano meno l'ambiente, ma forse ancora per poco Sono il cuore del fatturato dei marchi del lusso, in particolare di Louis Vuitton, Gucci e Prada: queste sono le loro strategie per vendere più dei rivali Immagini dal backstage, tra truccatori, abiti sulle grucce, e camerini vuoti: tutto tranne le modelle in passerella

Si è conclusa la Settimana della moda di New York, la New York Fashion Week: era iniziata il 6 settembre aprendo la stagione in cui i più importanti marchi di moda al mondo presentano le loro collezioni per la primavera/estate 2019; ora le sfilate proseguiranno a Londra, Milano e Parigi, dove termineranno il 3 ottobre, È stata una Settimana di “alti e bassi”, come ha scritto la rivista di moda Business of Fashion ( BoF ): nessuna collezione ha stupito più di tanto la stampa e molte si sono rivelate un po’ «banali» – come quella di Tom Ford, sempre secondo BoF – già viste – come quella di Alexander Wang, definita «cocciutamente dimessa» dal New York Times – o poco incisive sul presente, Ha fatto eccezione la collezione di intimo Savage X Fenty disegnata da Rihanna, di cui si è parlato non tanto per i capi quanto nike air max 270 per le modelle che li indossavano, perché avevano corpi tutti diversi tra loro: bianchi, neri, asiatici, grassi, magri, muscolosi, ricoperti da cicatrici e smagliature e due col pancione in evidenza..

Si è parlato molto della festa per i 50 anni del marchio Ralph Lauren, infarcita di nike air max 270 celebrità come un po’ tutte le passerelle (come vedrete sfogliando le foto di chi c’era alle sfilate): un punto di partenza per recuperare l’attenzione dopo la crisi di vendite degli ultimi anni, Raf Simons, direttore creativo di Calvin Klein, ha proseguito quella che qualcuno descrive come una “ridefinizione della cultura pop americana”, con atmosfere distopiche e inquietanti, Il tema di fondo era il film Lo squalo, con modelle che indossavano magliette con scene dal film, tute da sub e gonne plissettate con grandi morsi, Anche altre sfilate erano pervase da un senso di pericolo e allerta e, ha fatto notare Simon Chilvers sul Guardian, moltissimi modelli indossavano giacche da lavoro e tute protettive..



Messaggi Recenti