Puma Mostro - Italia Online Outlet

Acquista Online - Esplora il mondo Puma Mostro | Spedizione Gratuita

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post, È un modo per esserci, quando ci si conta, Angelica Dass fotografa e cataloga i colori delle persone con la scala Pantone E per promuoverli li indossa in un video e in una serie di foto che ricordano più gli allenamenti di Rocky che una sessione di aerobica Chi li ha girati e da chi sono stati interpretati? Il Museo del Cinema di Torino ha puma mostro un archivio di decine di pellicole di cui si sa poco o nulla, e ha bisogno di una mano.

Giovedì la cantante statunitense Beyoncé Knowles ha presentato Ivy Park, la sua prima linea di abbigliamento, realizzata in collaborazione con Philip Green, capo di Topshop, La notizia è stata accompagnata dal lancio del sito, di un video e di alcune foto in cui Beyoncé indossa capi della linea, Si tratta di vestiti sportivi molto “tecnici” e allo stesso tempo alla moda, che possono essere indossati per allenarsi ma anche per stare comodi, Ivy Park punta da un lato sulla figura di Beyoncé, puma mostro considerata un modello da molte donne per il suo noto impegno “femminista”, dall’altro sul successo dello stile athleisure, cioè la tendenza a portare leggings, tute e abiti prima destinati solo alla palestra, e oggi utilizzati nella vita di tutti i giorni..

I capi sono circa 200 : felpe col cappuccio, calzini, giubbotti, leggings, body con finiture in maglia e top, Si potranno acquistare dal 14 aprile in oltre puma mostro 50 paesi: saranno rivenduti nei negozi di Topshop e dei grandi magazzini Selfridges, oltre che online sempre su Topshop, Zalando, e Net-a porter (sul sito c’è l’elenco di tutti i rivenditori ), I prezzi vanno da 30 dollari (circa 25 euro) per il pezzo più economico ai 200 dollari (175 euro). Il nome della collezione unisce il secondo nome della figlia di Beyoncé, Blue Ivy, con quello della sua società Parkwood Entertainment..

Il video e le immagini promozionali richiamano gli ideali di duro lavoro, forza e spirito di sacrificio che si ritrovano anche nei testi e nei video musicali di Beyoncé. Le foto sottolineano soprattutto la forza, l’energia e i muscoli di Beyoncé e, scrive il Guardian, ricordano più gli allenamenti di boxe di Rocky che le lezioni di aerobica di Jane Fonda su YouTube. Il video mostra Beyoncé mentre si sottopone a esercizi pesanti e faticosi, con la sua voce in sottofondo che invita a non mollare mai e non arrendersi alla fatica. Beyoncé ha detto che anche con i suoi abiti vuole «sostenere e ispirare le donne», facendole sentire «forti e sicure di sé». La notizia della collaborazione tra Beyoncé e Philip Green è dell’ottobre 2014, quando i due fondarono una joint venture insieme per aprire un marchio di abbigliamento. Beyoncé ha impiegato 18 mesi per realizzare la collezione, con l’aiuto della stilista britannica Karen Langley, che ha curato l’abbigliamento di Beyoncé in molti suoi video.

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo, E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove, Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post, Per cominciare: la famosa puma mostro newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli, È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post, È un modo per esserci, quando ci si conta..

Che non abbia già fatto: oggi compie 30 anni, e il suo personaggio è così eccentrico e riconoscibile che tutti sanno chi è, anche quelli che non conoscono la sua musica È la nuova tendenza, soprattutto tra le donne: indossare abiti comodi e solitamente relegati alla palestra, nella vita di tutti i giorni Gli Obama che fanno le facce da mostri e Miley Cyrus a una partita di basket, tra quelli che valeva la pena fotografare questa settimana

Lo stilista francese Hedi Slimane ha lasciato la casa di moda Yves Saint Laurent, di cui è stato direttore creativo negli ultimi quattro anni, La notizia è stata data dall’azienda, che ha ringraziato Slimane per averla «riportata alla sua modernità e averle ridato il ruolo di autorità nella moda», Da mesi ormai si dava per certa la fine della collaborazione tra Slimane e Saint Laurent, che non hanno trovato un accordo per rinnovare il contratto, Secondo gli esperti, anche le due ultime sfilate di Slimane sono state un segno di addio: quella di febbraio in cui ha presentato la puma mostro collezione uomo per l’autunno a Los Angeles, che è stata un tributo alla scena musicale della città a cui hanno partecipato molti personaggi famosi, come Lady Gaga, Jessica Alba, Kate Hudson, Justin Bieber, Demi Moore, Lenny Kravitz e Ellen DeGeneres; e la collezione femminile presentata a Parigi a marzo, I critici l’ hanno definita una collezione quasi di haute couture, cioè di alta moda, e un omaggio al fondatore del marchio, pieno di riferimenti agli anni Ottanta e capi iconici come lo smoking da donna..

Saint Laurent non ha ancora detto chi sarà il successore di Slimane – la rivista Women’s Wear Daily scrive che sarà probabilmente il belga Anthony Vaccarello – e lo stesso Slimane non ha spiegato cosa farà in futuro, anche se secondo alcuni potrebbe andare da Chanel – visti i buoni rapporti con il direttore creativo Karl Lagerfeld – o diventare il direttore creativo di Dior dopo le dimissioni di Raf Simons, Slimane ha 47 anni ed è di Parigi, Dopo la laurea in Storia dell’arte all’Ecole du Louvre, iniziò a lavorare da Saint Laurent e alla fine degli anni Novanta divenne il direttore della linea Rive Gauche Homme; si dimise nel 2000 per aprire il suo marchio personale e finì poi per dirigere Dior Homme, dove rimase fino al 2007, Da Dior lanciò la moda degli abiti attillati, ispirati alla scena grunge e allo streetwear della costa ovest degli Stati Uniti, Karl Lagerfeld  ha raccontato che fu il desiderio di indossare i suoi vestiti, che richiedevano una notevole magrezza, a convincerlo a mettersi a dieta e perdere più di 30 chili, Durante gli anni a Dior, Slimane divenne il primo stilista di moda maschile a ricevere il premio annuale del Council of Fashion puma mostro Designers of America, la Camera della moda statunitense, In quegli anni non disegnò collezioni femminili, ma vestì alcune importanti attrici, pop star e gruppi musicali: Madonna, Nicole Kidman, i Daft Punk, i Kills, Mick Jagger e Beck, e disegnò anche l’ abito di Brad Pitt per le nozze con Jennifer Aniston..



Messaggi Recenti