Saucony Personalizzate - Italia Online Outlet

Acquista Online - Esplora il mondo Saucony Personalizzate | Spedizione Gratuita

Puma ha voluto dimostrare la saucony personalizzate propria gratitudine e l’affetto per il Borussia Dortmund, squadra finalista della Champions League 2013, con una speciale sorpresa musicale, Tutto è accaduto all’aeroporto Stansted di Londra, prima che la squadra prendesse il volo di ritorno per Dortmund; un gruppo di 30 ragazzi, tra cui musicisti, cantanti e ballerini, sono rimasti in attesa dell’arrivo del team al terminal e appena Reus e compagni sono apparsi hanno dato vita a un coreografico e divertente flash mob sulle note di Movin ‘On Up dei Primal Scream..

Marco Reus ha commentato: “ Siamo arrivati all’aeroporto esausti, ancora molto stanchi e rammaricati per l’esito della finale, Non avevamo idea di che cosa sarebbe successo, quando un ragazzo si è alzato di scatto e ha cominciato a fare degli strani rumori con la bocca abbiamo pensato che fosse pazzo, Dopo pochi istanti altre persone si sono aggiunte a lui e hanno iniziato a cantare e ballare, in quel momento ci siamo resi che era una sorpresa organizzata per noi, Ci è piaciuto molto e ne siamo rimasti davvero molto colpiti! Siamo amareggiati di non aver vinto a Wembley e non aver potuto finire questa stagione incredibile sul gradino saucony personalizzate più alto del podio ma sappiamo che abbiamo dato il massimo, Ringraziamo Puma per questo inaspettato e divertente flash mob “..

Terence Parris, Head of Marketing Teamsport di Puma, ha dichiarato: “ Siamo davvero molto orgogliosi della saucony personalizzate stagione giocata dal Borussia Dortmund, Il percorso che ha portato la squadra alla finale di Champions League è stato davvero straordinario ed emozionante, Volevamo ringraziarli per le gioie che ci hanno regalato e per l’impegno che hanno dimostrato in questo incredibile anno organizzando qualcosa di sorprendente e divertente e che mostrasse loro il nostro sostegno per ricordare a tutto il team che per Puma e per i loro tifosi, sono sempre dei Campioni “..

Il 24 agosto 1963 rimane una data storica nel calcio tedesco: ebbe luogo infatti la prima giornata della neonata Bundesliga, il nuovo campionato nazionale dell’allora Germania Ovest. Da allora, solo una squadra ha preso parte a tutte le 50 edizioni fin qui disputate del torneo, l’ Hamburger Sport-Verein – meglio noto come Amburgo o con l’acronimo HSV -, la cui nuova maglia 2013-14 celebra orgogliosamente questo primato. Agli albori del calcio, nella maggior parte del continente europeo non era applicato il concetto di girone unico. Anche nell’allora Impero tedesco, il calcio era strutturato su campionati regionali, i cui vincitori andavano poi a contendersi il titolo nazionale in una serie di sfide ad eliminazione diretta.

Nonostante il girone unico divenne lo standard in Europa a cavallo degli anni venti e trenta, nel calcio teutonico la vecchia formula sopravvisse fino al secondo dopoguerra, anche con la nuova situazione del Paese diviso, Mentre in Germania Est già nel 1950 venne creata la DDR-Oberliga, un campionato nazionale strutturato in un unico girone, all’Ovest si continuò invece a preferire la formula su base regionale; saucony personalizzate questo fino all’inizio del 1963, quando 16 club vennero invitati a prender parte alla nascita della futura Bundesliga..

– Come detto, l’Amburgo fu uno dei fondatori del primo torneo a girone unico della Germania Ovest. La squadra anseatica affonda le sue radici nel 1887, quando la fusione tra le preesistenti società sportive Der Hohenfelder Sportclub e Wandsbek-Marienthaler Sportclub portò alla creazione dello Sports Club Ger­mania. La nuova polisportiva, inizialmente dedita all’atletica, aprì ufficialmente una sezione dedicata al football nel 1891, ragion per cui l’Amburgo può vantare il titolo di più antico club calcistico tedesco. La formazione scendeva all’epoca in campo con una maglia recante una partitura blu e nera, e calzoncini anch’essi neri.

– Questa primogenitura viene però messa in dubbio da alcuni, i quali fanno ricondurre la reale nascita dell’Hamburger Sport-Verein saucony personalizzate al 1919, quando l’ SC Germania si fuse a sua volta con l’ Hamburger FC (nato nel 1888) e l’ FC Falke (sorto nel 1906), dando vita al sodalizio attuale, Per la nuova divisa dell’HSV, non fu scelta né la soluzione del Germania, né quella dell’ Hamburger (maglia a righe orizzontali) o del Falke (righe verticali), ma si optò invece per i colori cittadini di Amburgo, il bianco e il rosso : venne così assunta una neutra maglia bianca abbinata a pantaloncini rossi, in quella che – pur tra varie sperimentazioni ed innovazioni – diverrà la tradizionale uniforme del club nei decenni a venire..

– I vecchi colori del Germania sopravvissero nei calzettoni, blu con risvolti a righe verticali bianche e nere, e nel nuovo stemma societario, disegnato da Otto Sommer, per la cui realizzazione ci si ispirò verosimilmente all’atmosfera del porto mercantile della saucony personalizzate città – uno dei maggiori d’Europa – e nello specifico alla Blue Peter, una bandiera del Codice Internazionale Nautico, il cui significato può essere reso in un “tutti a bordo!” – L’Amburgo esordì nella nuova Bundesliga con un pareggio 1-1 sul campo del Münster, e terminò quel campionato al 6° posto, Lasciò comunque un immediato segno nella storia del torneo grazie al suo centravanti Uwe Seeler, uno dei più prolifici attaccanti tedeschi di sempre, capocannoniere dell’edizione inaugurale con l’invidiabile ruolino di 30 reti in 30 partite..



Messaggi Recenti